Controsoffitti in cartongesso: guida alle soluzioni

Controsoffitti in cartongesso: guida alle soluzioni

Fare un controsoffitto in cartongesso può essere una buona idea per mascherare fili, tubature o inestetismi vari che si vedono in casa. Inoltre grazie ad un controsoffitto in cartongesso si può anche modificare l’illuminazione di una stanza e renderla più bella e ricca di stile e fascino.

I controsoffitti in cartongesso però, hanno dei pro e dei contro che vanno valutati prima di iniziare i lavori. Anche se spesso si tratta di una soluzione molto funzionale, non in tutti i casi è possibile fare una controsoffittatura in casa.

Vediamo ora di capire quali sono i pro e i contro di un controsoffitto in cartongesso e di capire come fare per scegliere quello giusto per te e per la tua casa. Tuffati nella lettura.

Pro del controsoffitto

I pro di un controsoffitto in cartongesso sono molti e svariati. Come anticipato aiuta a coprire tubature, fili o inestetismi e consente di rifare anche l’illuminazione di una stanza, in modo che sia più adatta alle tue esigenze.

Inoltre un aiuta ad isolare la stanza sia da un punto di vista termico che acustico, questo perché quando viene fatto un controsoffitto, vengono utilizzati dei materassini appositi in fibra minerale in modo che possano isolare al meglio il tuo ambiente.

Per migliorare l’illuminazione interna i controsoffitti sono perfetti, potrai inserire dove vuoi dei punti luci che siano incassati nella posizione che desideri senza bisogno di spaccare la muratura o fare lavori molto invasivi.

Inoltre ci sono altri pro di un soffitto in cartongesso, ad esempio lo puoi personalizzare come desideri dato che si tratta di un materiale molto leggero e che può essere montato seguendo tutte le forme che desideri.

Puoi richiedere che venga montato su più livelli o con forme diverse, oppure con dettagli originali che possano rendere gli ambienti una vera e propria celebrazione del design.

Il controsoffitto in cartongesso quindi, ti aiuta a risolvere svariate problematiche e ti aiuta ad avere un risultato estetico che sia perfetto e godibile. Inoltre non bisogna dimenticare la finitura e la pittura. Per ottenere un risultato perfetto.

Vediamo ora quali sono i contro della scelta di un soffitto in cartongesso montato in casa tua. Continua a leggere la nostra guida di oggi.

I contro

Prima di tutto dovrai essere sicuro che la distanza tra il pavimento e il soffitto non sia inferiore al minimo consentito per legge, cioè 2,70 metri, altrimenti non potrai procedere con i lavori.

Una altezza minore riduce non solo le dimensioni degli ambienti, ma ne influenza negativamente anche il comfort abitativo. Il controsoffitto in cartongesso si monta su una intelaiatura e il lavoro da fare non ha tempi brevissimi, anche se sono decisamente più brevi che per quelli di un lavoro in muratura.

Vediamo di scoprire insieme i prezzi medi per il cartongesso e di capire quanto più o meno si dovrà spendere per una controsoffittatura.

Prezzi

I prezzi del cartongesso sono vari a seconda della qualità del prodotto scelto e del tipo di prodotto. Per un cartongesso classico e semplice, il prezzo è di circa 4 o 5 euro al metro quadro.

Se invece vuoi una soluzione più pregiata e particolare, puoi arrivare anche a superare i 30 euro a metro quadro. Dipende dal tipo di lavoro che vuoi fare. A questo dovrai aggiungere il costo della manodopera. Scegli l’impresa giusta per te e quella migliore per i tuoi desideri.

Chiedi un preventivo ed informati sui prezzi dei lavori e sui risultati. Vedrai che andrà tutto per il meglio! Ti è piaciuta la nostra guida di oggi? Continua a seguirci sempre per avere tutti i consigli di cui hai bisogno per i tuoi lavori. A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *