Antifurto casa: le ultime novità

Antifurto casa: le ultime novità

Cosa scegliere per proteggere la nostra casa da ladri e malintenzionati? Quali sono i migliori sistemi che oggi il mercato offre a chi ha bisogno di una protezione effettiva? È davvero ora di sostituire il vecchio impianto di allarme, ammesso che se ne abbia uno?

Nella guida di oggi analizzeremo tutte le ultime novità del settore, un settore che continua a crescere anche nel nostro Paese – anche negli interessi dei potenziali acquirenti – e che giorno dopo giorno riesce a sviluppare soluzioni sempre più interessanti.

Ci sono delle novità importanti nel settore, novità che sono in grado di rivoluzionare il nostro approccio alla questione della protezione della nostra casa. Scopriamole insieme.

  1. I ladri si aggiornano e così dovresti fare tu con il tuo sistema antifurto

La prima novità non è una novità, ma una premessa necessaria ad ogni tipo di approfondimento che riguardi i sistemi antifurto. I ladri infatti si aggiornano e oggi sono in grado di affrontare la maggioranza dei sistemi di vecchia generazione.

Tagliano fili del telefono, disattivano centraline, disinnescano sensori: si tratta della proverbiale lotta tra guardie e ladri, con i secondi che non vogliono sicuramente giocare la parte delle comparse.

L’antifurto casa senza fili di ultima generazione è nato proprio tenendo conto delle “evoluzioni operative” dei ladri professionisti.

  1. La linea telefonica fissa è una liability, non un asset

Chi vende sul mercato sistemi antifurto di vecchia generazione spacciandoli per efficaci è il più classico degli imbonitori. È in grado infatti di prendere un difetto e trasformarlo in una funzionalità, come nel caso della possibilità, per gli antifurti di vecchia generazione, di telefonare a proprietario e forze dell’ordine… sfruttando la linea di casa.

In realtà oggi utilizzare una linea terrestre non è il massimo in termini di protezione: i cavi telefonici esterni sono facili da sabotare, rendendo tale sistema di antifurto assolutamente inutile.

Una scelta sicuramente inferiore a quelle di ultima generazione, che permettono invece di contattare proprietario, centrale operativa e/o forze dell’ordine grazie a moduli 3G che non possono essere sabotati e che possono essere, per il ladro, anche impossibili da individuare.

  1. Un antifurto non al top è un antifurto che non funziona

Conosciamo molte delle convinzioni di chi ha acquistato un sistema o un impianto antifurto per la casa ed è restio al cambiamento: “l’impianto ha solo qualche anno”, “lo abbiamo acquistato soltanto 5 anni fa”, etc.

Capiamo sicuramente le resistenze a spendere di nuovo somme importanti, dopo che si era già speso molto e dopo che la spesa è ancora una ferita aperta per il nostro conto in banca.

Vale la pena di ricordarci sempre che un antifurto non moderno e che può essere facilmente aggirato dai ladri non può né proteggere in modo efficace la nostra casa, né tanto meno offrire a noi e ai nostri familiari la serenità di cui abbiamo bisogno.

Riusciresti a dormire sonni tranquilli sperando che i ladri non scoprano questo o quel difetto del tuo impianto d’allarme? Noi crediamo di no.

  1. Cambiare può costare molto meno di quello che immagini

Chiudiamo con un’ottima notizia. Anche i prezzi dei sistemi antifurto per la casa sono in realtà scesi molto negli ultimi tempi e forse rinnovare il tuo impianto (o installarlo per la prima volta) potrebbe rivelarsi molto più economico di quello che avevi pensato.

L’ideale è scegliere un buon installatore, rivenditore dei migliori marchi e cominciare a valutare una spesa che può restituire qualcosa di veramente senza prezzo: la tua serenità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *